Richiedi il tuo preventivo gratuito

Dissuasori di sosta o parcheggio: cosa sono e normativa

Dissuasori di sosta

Dissuasori di sosta o parcheggio: cosa sono e normativa

27 Gennaio 2022 - Categoria Dissuasori

Uno dei maggiori motivi di stress per gli automobilisti è la ricerca del parcheggio. Oltre al traffico cittadino e la poca disponibilità di posti auto le persone si trovano a fare i conti anche con motociclisti e automobilisti poco disciplinati che occupano abusivamente il posto auto di qualcun altro.

Per evitare che questo accada, evitando stress e inutili perdite di tempo, è possibile installare dei dissuasori di sosta o dissuasori di parcheggio.

Questi dispositivi sono pensati appositamente per impedire la sosta abusiva nei parcheggi riservati, sia nelle aree private che nei posti pubblici.

Pali, paletti, fioriere, dissuasori di sosta automatici e manuali sono tra i dispositivi più funzionali a questo scopo e possono essere utilizzati nel rispetto della normativa vigente.

  • Ma cosa sono i dissuasori di sosta?
  • Cosa dice la normativa a riguardo?
  • Qual è il costo dei dissuasori di sosta?

Urban 360 gradi è un'azienda specializzata nella progettazione, commercializzazione e installazione di dissuasori stradali.

Ci occupiamo da oltre 10 anni di allestire spazi urbani, pubblici e privati, partendo dalla definizione di arredo urbano come spazio sostenibile, funzionale e vivibile.

In questo articolo risponderemo a tutte le tue domande sui dissuasori di sosta, spiegando come gestire al meglio l’installazione di questi dispositivi.

Iniziamo.

Che cosa sono i dissuasori di sosta o parcheggio

I dissuasori di sosta sono strumenti progettati principalmente per proteggere aree private o pubbliche dal parcheggio selvaggio. Le principali funzioni per cui si utilizzano sono:

  • Delineare i confini per auto, bici e pedoni in modo da avere città ordinate e sicure.
  • Preservare il posto auto.
  • Definire specifiche aree private o pubbliche.

Sono molto diffusi nelle zone dove è possibile il parcheggio, nei luoghi pubblici e nei pressi delle case.

L'installazione di questi dispositivi deve essere fatta nel rispetto del Codice della strada che prevede apposite regole, sia per quanto riguarda i permessi da richiedere che per ciò che concerne le caratteristiche della struttura

Esistono diverse soluzioni per scongiurare la sosta selvaggia e possono essere scelte in relazione alle condizioni della strada, tenendo conto della viabilità e del contesto.

Si va dalle fioriere al dissuasore di sosta in calcestruzzo a forma di panettone, senza limitazioni su materiali e design.

Alcuni possono avere una forma più classica mentre altri dispositivi hanno un aspetto meno tradizionale.

La normativa, in questo senso, infatti, è molto chiara: “l'Ente proprietario della strada può individuare quelle più confacenti alle singole specifiche necessità, alle tradizioni locali e all'ambiente urbano”.

Tuttavia l’unica indicazione sulla struttura è che non costituisca un pericolo per gli utenti.

Le funzioni dei dissuasori di sosta e di parcheggio

Anzitutto, rendono impossibile la sosta o il parcheggio in zone dove non è permesso.

Quindi, delineano i giardini e le aree verdi o in generale le zone dove i veicoli non dovrebbero fermarsi. Questo può essere il caso di zone a traffico limitato, o dove è meglio evitare il passaggio continuo di autovetture.

I dissuasori vengono installati quindi per delimitare in totale sicurezza le zone dove il parcheggio reca danni alla circolazione o ai pedoni. O ancora, il singolo può richiederne l’installazione per usufruire delle zone di cui è proprietario. L’ex art. 832 del Codice Civile, infatti, tutela quelle aree che il cittadino “ha il diritto di godere in modo pieno ed esclusivo”.

Se invece si tratta di una strada privata ma ad uso pubblico, che viene quindi utilizzata in comproprietà con altri abitanti o residenti, è necessario un accordo comune fra gli stessi riguardo all’installazione di dissuasori. Lo stesso discorso vale per le aree dove più abitazioni autonome condividono fra loro strade, illuminazione, rete idrica e fognaria.

Come definire i dissuasori di sosta?

Sono considerati dissuasori di sosta anche le fioriere se esercitano un’azione di reale impedimento alla sosta o al transito. Quest’azione è resa possibile attraverso la loro altezza vicino alla strada oppure attraverso un contenuto e uno spaziamento non troppo vasto fra un elemento e l’altro.

Proprio come per i delimitatori di corsia ed i dossi di rallentamento della velocità, i dissuasori rientrano nella categoria della segnaletica stradale complementare ed il più delle volte vengono utilizzati per l’eliminazione della sosta abusiva davanti a portoni e/o in prossimità di passi carrabili.

Fondamentale che venga garantita sempre la visibilità, soprattutto in condizioni notturne. Questa può avvenire tramite l’apposizione di elementi rifrangenti sulle loro testate. Essi devono, inoltre, armonizzarsi con gli arredi stradali ed essere autorizzati dall’ente proprietario della strada.

Urban 360 produce dissuasori nel massimo rispetto degli standard di qualità e resistenza.

Cosa dice la normativa in merito ai dissuasori di sosta

dissuasori di parcheggio

I dissuasori di sosta sono previsti dall’articolo 42 del Codice della strada, che ne descrive gli usi e le caratteristiche principali.

Rientrano tra i segnali complementari e sono definiti proprio come “dispositivi stradali atti ad impedire la sosta di veicoli in aree o zone determinate”.

Si tratti di ostacoli materiali che vengono installati per impedire la sosta abusiva in alcuni tratti di strada.

Secondo la legge, la loro presenza deve armonizzarsi con l’ambiente circostante e svolgere funzioni accessorie come:

  • delimitare aree pedonali;
  • segnalare aree di parcheggio riservate;
  • delimitare zone verdi, aiuole e spazi destinati ad altri tipi di uso.

Spetta all’Ente proprietario della strada indicare quali tipologie di dissuasori stradali è possibile installare. In genere, le indicazione vengono fornite tenendo conto delle necessità specifiche dell’area, delle tradizioni locali e delle caratteristiche dell’ambiente.

Questo vuol dire che, per quanto riguarda la forma, il codice della strada non limita le possibilità ma stabilisce che si possano usare: pali, paletti, colonne a blocchi, cordolature, cordoni, cassonetti o fioriere.

Lo stesso discorso vale per i materiali.

È possibile optare per dispositivi realizzati in qualsiasi tipo di materiale (calcestruzzo, ferro, ghisa, alluminio, legno o plastica a fiamma autoestinguente), l’importante è che vengano utilizzati dissuasori di sosta omologati dal Ministero.

Inoltre, la normativa sottolinea che i dispositivi non devono creare intralcio o pericolo ai pedoni, in particolare ai più piccoli, per forma o altre caratteristiche. Quindi raccomanda che i dissuasori di parcheggio siano ben visibili.

Come ottenere l’autorizzazione per installare i dissuasori di sosta

Ottenere l’autorizzazione richiede presentare una precisa documentazione al comune.

Come capire se i dissuasori sono possibili da installare nella zona che ci interessa?

Secondo la legislazione che regolamenta le opere dei comuni, i dissuasori di sosta a protezione di passi carrabili possono essere installati solo in rispetto al Regolamento Comunale dei Passi Carrabili.

Questo cosa significa?

Ai sensi di questo regolamento, possono essere autorizzati unicamente i dissuasori fisici della sosta (fittoni), sul lato stradale del passo carrabile, nei seguenti casi e con le seguenti modalità:

  • su marciapiede o passaggio pedonale, qualora la larghezza del medesimo consenta il mantenimento dell'accessibilità e del passaggio, anche nel rispetto delle disposizioni vigenti sull'abbattimento delle barriere architettoniche;
  • sulla sede stradale in linea con alberi, pali ed altri dispositivi già esistenti, in quanto in tale caso essendo già presenti in sede elementi di ostacolo, i dissuasori non creano ulteriore intralcio o pericolo per la circolazione.

L'acquisto, installazione/realizzazione e la manutenzione di dissuasori di sosta sono a carico del richiedente, che dovrà attenersi a quanto specificato nell'atto autorizzativo circa i requisiti tecnici ed estetici e l'esatta collocazione.

La domanda deve essere presentata dall'amministratore – proprietario dello stabile, o da persona da essi espressamente delegata, o dal titolare/legale rappresentante dell’azienda.

Il nostro consiglio è di mettersi in contatto con il comune di riferimento e di chiedere le modalità in cui presentare la richiesta scritta. La persona di riferimento saprà specificare quali sono i documenti da consegnare e le indicazioni a cui attenersi.

Quanto costa?

Gli oneri di installazione, rimozione, manutenzione e/o sostituzione dei manufatti autorizzati sono totalmente a carico del richiedente. Il comune rilascerà un’autorizzazione valida fino a quando il privato mantiene in efficienza quanto autorizzato, cioè fino a quando altre soluzioni strutturali/tecniche la rendono non necessaria.

Tutte le richieste di occupazione suolo pubblico tramite installazione di dissuasori devono essere presentate al Comune.

In che modo il comune può concedere o meno l’autorizzazione ai dissuasori di parcheggio?

dissuasori di parcheggio di Urban 360 Gradi

Nonostante vengano rispettate tutte le indicazioni fornite nell’articolo 43 del Codice della strada, il Comune o l’Ente proprietario della strada può valutare se concedere o negare l’autorizzazione per l’installazione dei dissuasori di parcheggio.

In questi casi, infatti, subentra la discrezionalità tecnica, cioè il Comune ha la facoltà di valutare non solo le caratteristiche del dispositivo ma deve prendere in considerazione la viabilità e la sicurezza dell’area interessata.

L’articolo 7 del Codice della Strada riconosce al Comune la possibilità, nonché l’obbligo, di valutare le caratteristiche della strada e le esigenze di circolazione prima di stabilire obblighi, divieti e limitazioni.

Ad esempio, il Comune può negare l’autorizzazione per l’installazione di un dissuasore di sosta in un’area specifica, nonostante sia omologato dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture.

Oppure può decidere di non concedere l’autorizzazione se il dispositivo non rispetta le indicazioni ministeriali, nonostante l’area individuata abbia tutti i requisiti richiesti.  

Ecco quando il rifiuto del comune non è legittimo

Il rifiuto della concessione da parte del Comune non è esente da provvedimenti ulteriori.

In questo senso è esemplificativa la sentenza del Tar Lombardia che ha deciso di annullare il provvedimento di diniego da parte di un comune.

La sentenza del Tar tende a precisare che l’interesse pubblico deve essere bilanciato da quello privato e che deve essere cura del Comune provvedere in modo tale che la viabilità sia sicura. Questo deve avvenire con l’adozione di strumenti che possano garantire una circolazione stradale sicura.

Il succo della sentenza è che il compito del Comune non è quello di negare l’autorizzazione ma di provvedere affinché i veicoli possano circolare in sicurezza, aiutati da elementi come i dispositivi semaforici o i dissuasori di velocità.

Si può installare un dissuasore di sosta nelle aree condominiali?

dissuasore di sosta aree condominiali

La legge prevede che possano essere installati dissuasori di sosta su proprietà privata o pubblicaanche nelle aree condominiali, previa autorizzazione da parte del Comune.

La concessione per le aree pubbliche adiacenti al condominio va richiesta al Comune che può dare il suo assenso o meno.

Sia che riguardi il suolo pubblico che un’area privata, è necessario convocare un'assemblea condominiale prima di poter procedere con l'installazione dei dissuasori di sosta. Questo perché la decisione deve essere presa di comune accordo in modo che tutti i condomini partecipino alle spese necessarie secondo i millesimi di proprietà.

L’assemblea può deliberare l’intervento o, semplicemente, ratificare a maggioranza la proposta dell’amministratore.

È bene sottolineare che le spese relative all’impiego dei dossi sono considerate ordinarie perché migliorano semplicemente la fruizione degli spazi condominiali, senza alterarne la destinazione.

Quando l’area destinata al parcheggio ricade su un’area pubblica, il Comune può anche negare l’autorizzazione. Se, invece, insiste su un'area privata dovrà chiarire i motivi del diniego, precisando quali sarebbero gli impedimenti.

Quanto costano i dissuasori di sosta o di parcheggio

E ora veniamo a una delle informazioni più importanti sui dissuasori di sosta: il costo.

In effetti, quando si devono acquistare degli elementi destinati all’arredo urbano, è bene tenere conto di diversi fattori, per poter stabilire quali dispositivi siano più convenienti in rapporto alla qualità e al prezzo.

I dissuasori di parcheggio, in generale, possono partire dai 60 euro per arrivare anche a 1.900 euro.

Ma per capire nello specifico qual è il costo dei dissuasori di sosta è necessario partire dal materiale e dal modello.

Il prezzo medio di mercato dei paletti stradali è di circa 70,00 euro e le soluzioni proposte sono in plastica, ferro, acciaio e ghisa.

In Urban abbiamo soluzioni in plastica o in acciaio zincato a partire dai 28,00 euro.

Tra i dispositivi più conosciuti in calcestruzzo o in cemento, c’è il classico panettone. Il costo medio di questo dispositivo è di 100 euro, con soluzioni molto basiche a partire dai 55 euro e articoli più elaborati che stanno intorno ai 200 euro.

I dissuasori di parcheggio manuali a barriera si trovano mediamente sui 120,00 euro e comprendono soluzioni squadrate in ferro sui 40 euro e soluzioni tubolari in acciaio intorno ai 180 euro.

Le barriere tubolari in acciaio zincato di Urban 360 gradi subiscono un trattamento anticorrosione che le rende resistenti ad ogni tipo di condizione climatica.

Sono dotate di tre gambe per avere maggiore stabilità e hanno i piedini copristaffa in gomma così da evitare danneggiamenti agli pneumatici in fase di manovra.

Il prezzo dei nostri dissuasori di sosta a barriera parte dai 100,00 euro.

Urban 360 gradi è sempre alla ricerca delle soluzioni più convenienti da offrire ai propri clienti, sia per quanto riguarda i costi che le performance.

Contattaci per un preventivo, ti consiglieremo il prodotto più adeguato e troveremo la soluzione economica in linea con il tuo budget.

I nostri modelli

dissuasori di sosta di Urban 360 Gradi

La nostra azienda propone diverse tipologie di dissuasori stradali, destinate a fornire soluzioni di ogni tipo alle esigenze dei clienti.

Tra i dissuasori di sosta abbiamo dispositivi fissi, mobili, elettromeccanici e amovibili.

Secondo la normativa vigente, in catalogo puoi trovare dissuasori realizzati nei materiali più svariati: acciaio inox, calcestruzzo, acciaio zincato, plastica.

Ognuno di essi è progettato per resistere all’usura e agli urti accidentali, sia negli spazi coperti che all’aperto.

Per quanto riguarda il design, in catalogo è possibile trovare modelli adatti a contesti moderni o in stile classico, così da armonizzarsi alle caratteristiche dell’ambiente in cui verranno posizionati.

Ecco l’elenco dei nostri dissuasori stradali e di sosta: 

  • Paletti in Acciaio INOX
  • Dissuasori in Calcestruzzo
  • Parigine
  • Dissuasori Manuali
  • Dissuasori Elettromeccanici
  • Dissuasori a Gas
  • Dissuasori Automatici
  • Paletti Stradali
  • Dissuasori a Catena
  • Archetti in Acciaio INOX
  • Paletti Bros
  • Archetti in Acciaio Zincato
  • Paletti in plastica

Cosa propone Urban 360

Urban 360 gradi è un’azienda specializzata nella fornitura di elementi per l’arredo urbano. Ci occupiamo di ogni aspetto legato alla progettazione delle aree pubbliche e private, proponendo dispositivi destinati a valorizzare gli spazi sia dal punto di vista estetico e che della fruibilità.

Perché scegliere i dissuasori di sosta di Urban 360 gradi?

Scegliere i nostri dissuasori di parcheggio e di sosta può avere diversi vantaggi:

  • innanzitutto la funzionalità: abbiamo dispositivi di ogni tipo, che possono scoraggiare il parcheggio abusivo nelle aree riservate;
  • la sicurezza: i dissuasori in catalogo sono omologati, ben visibili e progettati per scongiurare pericoli o danni agli utenti e alle autovetture;
  • la durata: i materiali scelti sono trattati per resistere all’usura e ai danneggiamenti accidentali. Abbiamo soluzioni diverse per ogni tipo di ambiente;
  • il design: offriamo un’ampia scelta, cosicchè il cliente possa trovare il dissuasore che si adatta meglio all’area a cui è destinato.

Ogni prodotto di Urban 360 è certificato e realizzato in rispetto delle norme di legge.

Il Codice della Strada, infatti, stabilisce che possano essere installati esclusivamente  dispositivi omologati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, affinché il Comune conceda le dovute autorizzazioni.

Noi di Urban 360, ci occupiamo non solo della realizzazione dei prodotti, ma anche delle richieste agli enti di riferimento per il nullaosta alla posa dei dissuasori, alla loro installazione e consegna in tempi davvero rapidi.

Inoltre, offriamo ai clienti tutta la nostra esperienza per quanto riguarda l'arredo urbano, studiando il progetto da realizzare e proponendo le soluzioni più funzionali.

Rimaniamo a disposizione per chiarire dubbi e perplessità, anche per quanto riguarda l’installazione degli elementi di arredo urbano.

Articoli correlati

dissuasori plastic flex urban 360 gradi
27 Gennaio 2022 - Categoria Dissuasori

Ti presentiamo i nostri dissuasori plastic flex realizzati in polimero plastico

Durevoli, altamente resistenti, leggeri ed economici, i dissuasori Plastic Flex […]

continua a leggere...
27 Gennaio 2022 - Categoria Dissuasori

Cosa sono i paletti delimitatori e perché possono fare la differenza in termini di sicurezza

Stai cercando più informazioni sui paletti delimitatori o vorresti fare […]

continua a leggere...
archetti parapedonali amovibili
27 Gennaio 2022 - Categoria Dissuasori

Archetti parapedonali amovibili con chiave triangolare: ti presentiamo il nostro prodotto

Gli archetti parapedonali sono chiamati così perché sono creati appositamente […]

continua a leggere...
Contattaci