Hai qualche domanda?

installare colonnina porta dispenser

Perché installare una colonnina porta dispenser per la sanificazione degli uffici

15 Luglio 2020 - Sistemi di sicurezza per abitazioni e spazi pubblici

Domanda: Come si uccide il 99,9% dei germi sulle mani in soli 30 secondi? Risposta: Usando una soluzione idroalcolica.

La pandemia ha aperto gli occhi di tutti rispetto all’esigenza di sanificare le mani entrando e uscendo dai luoghi pubblici.

Il metodo più rapido, facile, economico e, soprattutto, più efficace per farlo è quello di utilizzare un gel disinfettante per le mani.

Molti lo portano con sé, in borsa, tra chiavi e smartphone ma la normativa prevede che siano gli esercenti ad offrire il disinfettante ai propri clienti.

Questo ha dato vita ad ogni tipo di soluzione: portasapone da bagno poggiati sugli scaffali, salviettine igienizzanti sui banconi e chi più ne ha più ne metta.

In realtà quello che ogni attività dovrebbe avere all’ingresso è una colonnina porta dispenser, proprio come quella che installiamo ogni giorno in tante aziende sparse per l'Italia e in Europa.

Questa soluzione è ottima per salvaguardare la salute dei propri clienti e collaboratori senza compromettere l’estetica del proprio locale.

Le colonnine porta dispenser, infatti, sono disponibili in finiture e colori diversi per potersi adattare a tutti gli ambienti, dalla trattoria con volte in pietra e mobili in arte povera all’ufficio in coworking in laccato total white.

Cosa dice la norma?

Con l’avvento della Fase 2, il Governo ha stabilito la riapertura di tutte le attività, negozi e uffici, che saranno ovviamente tenuti a rispettare le norme igienico sanitarie del caso.

Ecco quali:

  • Distanziamento: deve essere rispettata la distanza di almeno un metro tra clienti e gli impiegati delle attività;
  • Pulizia: i locali devono essere sanificati due volte al giorno utilizzando disinfettanti e prodotti antibatterici combinati con un'aerazione naturale ed un ricambio d’aria costante;
  • Mascherine: devono essere assolutamente utilizzate nei luoghi o ambienti chiusi e dovunque non si possa garantire il giusto distanziamento;
  • Sistemi per la disinfezione delle mani: devono essere disponibili e forniti alla clientela gel igienizzanti mani o salviette antibatteriche e resi accessibili accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento;

Secondo la normativa, quindi, è fondamentale predisporre delle colonnine o piantane con dispenser di soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani a disposizione della clientela.

Come puoi metterti in regola?

Finché l’emergenza Coronavirus durerà, e presumibilmente anche dopo, sarà obbligatorio attrezzare tutti i luoghi pubblici e di lavoro con uno o più dispenser di soluzioni idroalcoliche.

Per favorire l’adozione di queste norme a livello nazionale, l'articolo 64 del Decreto Cura Italia (D.L. n. 18/2020) ha introdotto delle agevolazioni per le attività che sanificano gli ambienti.

Le aziende, infatti, potranno usufruire di un credito d'imposta del 50% rispetto alle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro sostenute e documentate, fino a un massimo di 20.000 euro.

E, fra queste spese, rientra anche l’acquisto di colonnine o piantane porta dispenser per l’igienizzazione delle mani.

Questa soluzione, quindi, risulta non solo efficace ma anche conveniente.

Perché la nostra colonna porta dispenser può fare al caso tuo

Ovviamente, in questo periodo sono spuntate aziende produttrici di colonnine porta dispenser in ogni dove. Ma, come sempre, bisogna fare attenzione ai dettagli.

Urban 360 Gradi, ad esempio, propone una colonnina porta dispenser interamente prodotta in Italia con materiali di prima qualità. Ma la nostra forza sta nella possibilità di personalizzare il prodotto, così da adattarlo al proprio ambiente.

Dal materiale, che può essere in acciaio zincato o acciaio inox, al colore, passando per l’aggiunta di qualsiasi simbolo, logo e/o disegno.

Il sanification point di Urban 360, inoltre, è dotato di una mensola porta guanti, salviette e mascherine, di un porta rifiuti e può essere realizzata sia in versione per dispenser igienizzante manuale che automatico a fotocellula.

Si, può essere sia automatica con fotocellula che manuale

Le colonnine porta dispenser possono essere realizzate sia con un dispenser automatico a fotocellula che con un dispenser manuale.

Nel primo caso, si tratta di distributori di gel igienizzante mani, caratterizzati dalla presenza di sensori a fotocellula che rilevano automaticamente il movimento nelle vicinanze dell'erogatore.

Avvicinando le mani, verrà erogata una dose di detergente col vantaggio di non aver toccato alcuna superficie potenzialmente sporca. Anche dal punto di vista gestionale questi dosatori sono molto apprezzati, in quanto, essendo privi di leve o pulsanti, vi sono meno parti meccaniche soggette a usura.

Nel caso, invece, dei dispenser manuali, sulla colonnina verrà installato un classico erogatore a levetta, che non necessita di elettricità e/o batterie per essere azionato, e con un prezzo più contenuto.

Conclusioni

L’emergenza Coronavirus ha sottolineato l’importanza di un’abitudine tanto importante quanto trascurata: lavarsi le mani, spesso e bene.

Purtroppo, però, non sempre è possibile avere accesso ad acqua e sapone. Per questo è fondamentale l’installazione di colonnine porta dispenser per la sanificazione di uffici, attività e luoghi pubblici in genere.

Con l’utilizzo di questi dispositivi, è possibile igienizzare le mani in qualsiasi momento e senza sprechi. Inoltre, il loro acquisto è soggetto a degli interessanti incentivi statali.

Per tutti, questa è un’esperienza nuova e, probabilmente non hai ben chiaro come deve essere la colonnina porta dispenser più adatta alle tue esigenze, ma non preoccuparti, Urban 360 è qui per questo.

Contattaci e ti forniremo tutte le informazioni di cui hai bisogno e, se lo vorrai, creeremo un preventivo su misura per te.

Articoli correlati